how to use changelly

COSTRUZIONE DELL’AMBIENTE IN UNITY

La costruzione di un ambiente virtuale in Unity consiste nell’assemblaggio di diverse componenti grafiche e non che rientrano nella famiglia degli assets. Tra questi ci sono i modelli 3d che definiscono la forma degli oggetti, i Material e gli Shaders che definiscono l’aspetto delle superfici dei modelli e come gli oggetti vengono disegnati ed ombreggiati. Infine ci sono le texture, immagini 2D che vengono sovrapposte o avvolte intorno ai modelli per decorarli.

Costruzione dell'ambiente virtuale in Unity

COSTRUZIONE DELL’AMBIENTE VIRTUALE IN UNITY

Per una simulazione verosimile in realtà virtuale è importante fornite una buona illuminazione e pertanto si è resa necessaria l’aggiunta di numerose luci virtuali nelle diverse scene che simulino gli effetti dell’interazione globale della luce con le pareti, il pavimento e con tutti gli oggetti interessati.

Luci virtuali in Unity

LUCI VIRTUALI IN UNITY

Per alcuni ambienti si è utilizzata la tecnica del Lightmapping. In questo caso luci e ombre non vengono calcolate a run-time ma pre-determinate prima che la scena venga eseguita generando le cosiddette Lightmap.

Processo di Lightmapping

PROCESSO DI LIGHTMAPPING

Per far sì che la realtà virtuale proposta dia l’impressione di trovarsi realmente in un luogo reale, la dinamicità, oltre che il fotorealismo, è una delle componenti chiave. Nell’ambiente è stata prevista, pertanto, la rappresentazione grafica di «oggetti in movimento» come porte e tapparelle a cui l’utente è in grado di attribuire una capacità di interazione.

Per far sì che la realtà virtuale proposta dia l’impressione di trovarsi realmente in un luogo reale, la dinamicità, oltre che il fotorealismo, è una delle componenti chiave. Per questo nell’ambiente sono state implementate diverse animazioni per gli oggetti a cui l’utente è in grado di attribuire una capacità di interazione come porte e tapparelle.

Interazioni con l'ambiente virtuale

INTERAZIONI CON L’AMBIENTE VIRTUALE

Lo stato degli ambienti virtuali è legata allo stato delle componenti grafiche di ciascun GameObject che compone la scena e per effettuare una personalizzazione degli ambienti occorre modificarle attraverso opportuni script. All’interno di uno script scritto in C# vanno individuati gli oggetti di interesse, dopodiché è possibile accedere a tutte le componenti e modificare a piacimento il valore.

Modifiche dell'ambiente tramite script

MODIFICHE DELL’AMBIENTE TRAMITE SCRIPT

Per esempio se si vuole variare il colore di una texture è possibile assegnare i valori RGB al MainColor dell’immagine. Questa tecnica è stata adoperata per colorare le pareti e simulare l’effetto di un’illuminazione con stripled.

Colorazione pareti virtuale che replica l'illuminazione con stripled

COLORAZIONE PARETI VIRTUALE CHE REPLICA L’ILLUMINAZIONE CON STRIPLED

AMBIENTI VIRTUALI REALIZZATI